Anna(Anemone)

Quando Anna è convinta  che essere scoperta non è il suo stile di cosplayer , ma poi ci prova ed è un vero successo beh….non vi resta che leggere per capirne di più

 

Benvenuta Anna prego presentati pure=)

Mi chiamo Anna , ho 17 anni , e il mio nome d’arte è Anemone Cosplay

Da quanto tempo ,fai cosplay?

Ho iniziato il 26 febbraio 2016, quindi sono ormai quasi tre anni!

Come sei entrata in questo mondo?

Ci sono finita dentro un pò per caso:Sin da piccola sono stata appassionata di videogiochi,anime e manga.

Nel 2015, mio padre mi aveva detto di essere andato ad una fiera dell’elettronica alla quale era annessa una fiera cosplay,dove le persone si travestivano,come i personaggi dei fumetti;mi ha promesso che mi avrebbe portato l’anno seguente e io mi ero messa in testa l’idea di portare un cosplay di un pesonaggio di uno dei miei videogiochi preferiti.

Il tuo primo cosplay?

Il mio primo cosplay e stato quello di lb, dalll omonimo videogioco RPG horror

Hai una foto?

 

Purtroppo è l’unica foto che mi è rimasta.Forse in futuro ne farò altre.

I personaggi in base a cosa li scegli?

Porto solitamente personaggi ai quali sono in qualche modo legata per vari motivi: o sono pezzi della mia infanzia, oppure perchè mi rappresentano un pò

Li fai anche in base al tuo fisico?

Non esattamente , essendo molto minuta, spesso mi ritrovo ad avere a che fare con personaggi con un corpo completamente differente dal mio. Basti pensare che poison ivy è alta 167cm, mentre io sono alta 155cm.In ogni caso,nulla che un paio di tacchi non possa risolvere.

Mentre per i pg che hanno le big oppai?

Non ne ho mai fatti, am credo che quando mi verrà voglia di farne uno,ricorrerò al push-up.Voglio dire;suppongo che sia una cosa che fanno quasi tutte le ragazze che non possiedono un seno grande di natura

Usare pushup non è da vergognarsi!

Esatto! Anche se a quanto pare, sembra una cosa che molte cosplayers tengono nascosta….

Il tuo cosplay preferito?

Fra quelli che ho fatto finora? Articuno senza dubbi: ci ho messo un mese per farlo,ma ne è valsa la pena.

Ecco prendendo spunto dalla tua risposta quanto tempo impieghi nella realizzazione dei personaggi ?

Per ora il mio massimo è stato un mese.In tre anni l’unico cosplay che ho comprato online è stato quello di Madoka Kaname,in quanto era un regalo di compleanno.Per il resto ,cerco sempre di arrangiarmi nel farli a casa.La mia macchina da cucire è rotta, e devo ancora imparare ad usarla bene,per questo ho appreso tecniche di assemblaggio alternative.

Secondo te comprarli invece che farli a mano rovina il significato di cosplay?

Diciamo che acquistarli online, non ti da la stessa soddisfazione che si prova a farli con le proprie mani. Mentre lavoro sui miei cosplay, tendo a fantasticare molto sul risultato finale,cosa che mi p risultata impossibile con il mio unico acquisto online,in quanto non era prodotto dalle mie mani.Non sto affatto dicendo che sia sbagliato:non ho nulla in contrario ad acquistarli,specie se si tratta di cosplay complessi che necessitano dell’operato di una persona esperta.Anche se il mio consiglio è quello di provare almeno una volta ,a crearserne uno con le proprie mani:sarà un lavoro unico!

Le fiere che sensazione ti danno? Sono come le avevi immaginate?

Quando sono in fiera:divento un’altra persona:lascio fuori tutte le mie preoccupazioni ed entro in un mondo a parte dove mi sento serena.Prima della mia prima fiera, ero ignara dal fatto che le persone fotografassero i cosplayers, e questo mi ha lasciata piacevolmente sorpresa!Mi sono sentita molto benvoluta da questo “universo”

Fiere preferite?

Credo che quella di Vicenza,la mia città,abbia un posto speciale nel mio cuore in quanto è stata la prima.Anche se la mia preferita è quella che si tiene al parco Giardino di Sigurtà di Verona: il posto è davvero perfetto per fare le foto!

Chi vorrebbe iniziare a fare cosplay quale consiglio puoi dare?

Sicuramente di volersi bene. Ho visto molte persone rinunciare al proprio sogno di fare un determinato cosplay con la paura di non interpretarlo bene oppure con il terrore di essere giudicato perchè il proprio fisico non rispecchia quello del personaggio.A volte penso che la community del cosplay guardasse più il vestito fatto magari con tanto impegno al posto dell’aspetto fisico sarebbe un pò meno “tossica”

Secondo te può diventare un lavoro?

Si, però è necessaria davvero tanta fortuna. Non nego che mi piacerebbe lavorare nell’ambito cosplay,ma non per questo devo smettere di studiare , o  avere altre ambizioni nella vita.

Le persone che utilizzano il cosplay solo mostrare il loro fisico cosa ne pensi?

Penso che siano persone un pò infelici:contano sul proprio fisco perchè,forse hanno bisogno dell’approvazione di tutti per sentirsi più sicuri.Non c’è nulla di male nel mettere in mostra il proprio corpo,sono la prima a dirlo(il mio artcuno ne è una prova),però c’è da dire che se il 90% dei tuoi cosplay sono perlopiù in intimo mentre il 10% sono fedeli ai personaggi originali ,due domande è lecito porsele.Forse più che cosplay è modeling.Qualche foto un pò scoperta ci sta, ma non deve prendere il sopravvento sul vero cosplay.

Anche tu hai fatto foto scoperte?

Il mio Articuno sta copertissimo. Si tratta di un reggiseno e di una gonna tagliata,entrambi rivestiti di gomma eva. Per ora,però, non ho mai fatto foto in intimo,oppure poco scoperte.Non escludo la possiilità di farne in futuri,magari come versione alternativa di un personaggio che mi piace particolarmente, ma farò il possibile per tenerle un pò in “secondo piano rispetto al cosplay” originale

Articuno ti ha dato tante soddisfazioni a quanto pare!

Si.molte. Per quanto io sia la prima a dire agli altri di volersi bene,sono una che ha avuto molte difficoltà ad accettare il proprio corpo. Articuno lascia scoperto buona parte del mio corpo:le braccia le gambe e lo stomaco. Non mi sarei mai aspettata che piacesse cosi tanto .e che piacessi cosi tanto anche io dentro a quel vestito. Credo di essermi sciolta quando, durante la fiera del Sigurtà, una bambina mi ha fatto una foto con me per poi dirmi:”Sei la più bella della fiera”

Queste sono emozioni uniche che solo il cosplay sa dare

Ben detto!.Nella vita reale sono una persona timida,talmente tanto che sono convinta del fatto che la gente non mi nota nemmeno per sbaglio.Quando ,invece,entro ad un a fiera divento totalmente un’altra

Quindi il cosplay ha effetto terapeutico?

Diciamo di si. Ne ho passate tante sia alle medie che alle superiori(che tutt’ora frequento solo che ho cambiato istituto).Sono stati anni bui dove avevo perso tutta la poca fiducia che avevo in me stessa,dove non ero capace di vedere nulla di buono in quello che ero. Iniziare a fare cosplay mi ha decisamente aiutata a credere un pò più nelle mie capacità e in quello che so fare,ultimamente mi ha persino aiutato a vedermi un pò più carina,e ad uscire più spesso nel tentativo di riprendermi gli amici e il tempo che i è stato rubato in quegli anni.

Dove ti può seguire la gente?

Su instagram @anemone_cos

A breve aprirò anche una pagina su facebook;Anemone Cosplay

Mi piacerebbe anche aprire in canale youtube,ma devo ancora prendere confidenza con la telecamera-

Come ti vedrai tra 10 anni?

Fra 10 anni mi auguro di vedermi già fuori dall’università.Mi piacerebbe fare la scrittrice,oppure l’avvocato.

Mi vedo ancora mentre  giro per le fiere comunque,magari in compagnia di qualcuno….

Io ti ringrazio e spero che l’intervista sia stata di tuo gradimento

Grazie a te!

E’ stato molto piacevole, e spero che le mie parole possano essere, in qualche modo,di aiuto o ispirazione per altri cosplayers!

Questo slideshow richiede JavaScript.