Dafne(Utiz Jära)

Si vi starete chiedendo se è straniera e invece no, è italiana al 100% e se volete scoprire l’origine del suo nome d’arte beh non vi resta che restare e leggere la sua intervista

presentati
Io sono Utiz Järal ma nella realtà mi chiamo Dafne. Ho 19 anni e faccio cosplay da 4 anni. Il mio nome d’arte è nato sui banchi di scuola ed è l’insieme di alcuni nomi di diversi personaggi: Uta di tokyo ghoul, Liz di Soul eather , Eren Jäger e Petra Ral.
 
Sei straniera?
No sono italianissima
Ho solo un nome poco comune
 
Come e nata la passione del cosplay?
È nata per puro caso, diciamo che un mio compagno di scuola faceva Cosplay e io mi sono appassionata a questo mondo grazie a lui che mi ha spiegato di cosa si trattava.
 
Il tuo primo cosplay?
Uta da Tokyo Ghoul
Un cosplay complicato a cui ho dedicato corpo e anima
 
 Fino adesso pensi di essere migliorata?
Con il passare del tempo Sono migliorata tantissimo , sia nel preparare i costumi sia nel trucco e questo anche grazie a mio Padre che mi da molti consigli e che mi aiuta a creare le cose che per me risultano un Po’ complicate
 
Quanto tempo impieghi nella realizzazione?
Dipende dai cospaly ma non impiego molto, massimo un mesetto. Dipende poi dai vari oggetti da preparare e anche da altri impegni che mi occupano le giornate
 
Fiere preferite?
Festival del fumetto a Novegro, Lucca Comics e Cartoomics
 
Le fiere cosa sono per te?
Sono un luogo magico e surreale dove poter essere chiunque senza vergognarsi. Dove posso interpretare un personaggio per tutta una giornata facendo divertire le persone e stando anche con gli amici. Una fiera è una sorta di teatro, solo che ci sono moltissimi attori ma non c’è nessun copione da seguire poiché ognuno può essere chi vuole
 
Mentre il cosplay?
Il cosplay ormai è la mia vita, è una passione che mi permette di essere quei personaggi che mi piacciono; mi permette di crescere come persona e di sbloccare le mie paure. Cosplay è mettere da parte la timidezza e le fragilità e buttarsi in un personaggio che tiri fuori il nostro lato nascosto
 
Pensi che possa diventare un lavoro?
Potrebbe diventare un lavoro ma non per me, poiché preferisco tenere il cosplay come in hobby
 
In base a cosa scegli i cosplay?
In base alla storia del personaggio, alla sua fisionomia e al suo carattere.
 
Progetti per il futuro?
Ci sono un sacco di cosplay che vorrei fare… In primis Jack skeletron da nightmere before Christmas. Poi non so ancora si vedrà
 
Consigli che vuoi dare a chi vorrebbe iniziare?
Non perdere mai la speranza e mettere il cuore in tutto quello che fanno. Qualsiasi sia il cosplay l’importante è sentirsi a proprio agio
 
Cosa ne pensi delle persone che fanno cosplay solo per mostrare il loro corpo?
Il cosplay non è fatto per mostrare il corpo ma per mostrare il personaggio. Chiunque e con qualunque fisico può fare cosplay senza doversi mostrare troppo.
 
Allora le persone che fanno cosplay sexy?
Se è inerente al personaggio allora lo capisco se no non ne capisco il senso. Ma ognuno può fare quello che vuole
 
La gente dove ti può seguire?
Sia sulla mia pagina Facebook che sul mio profilo privato ed anche su Instagram. Si sono un Po’ ovunque
 
Perfetto spero che l’intervista sia stata di tuo gradimento
Grazie mille
 

Questo slideshow richiede JavaScript.