Vai al contenuto

Elena (Miku)

 
Williny oggi è con noi Elena, una cosplayer che definisce il cosplay la sua bolla dove poter credere nei valori cosa che la vita a quanto pare non le offre più momentaneamente.. per saperne di più leggete la sua intervista.
 
 
 

 
 
 
Elena
 
Prego si presenti
 
Grazie, mi chiamo Elena ma sono conosciuta col nome di Miku e ho 24 anni.
 
 
 
Come nasce la passione per il cosplay?
 
Iniziò tutto quando mi sono catapultata nel mondo degli anime, più precisamente quando YouTube mi propose video live action di persone in cosplay; ho iniziato a guardarne sempre di più, divenne una vera dipendenza. Da lì a poco scoprii l’esistenza di eventi cosplay e anche io volevo prenderne parte di questa comunity, diventare una
 
Quale è stato il tuo primo cosplay?
 
Miku Hatsune
 
Elena
 
A quali fiere hai partecipato?
 
Fino ad ora Lucca comics, B-geek che è quella di Bari e fu la prima, Novegro comics, cartoonics, Malpensa Expo a Busto, Gallarate comics, Gamesweek
 
 
Come scegli i tuoi personaggi da portare?
 
Vado molto a sentimento devo dire, quel momento in cui inizio una serie di qualunque tipo – anime, manga, game – e vedo quel personaggio che attira particolarmente la mia attenzione, sento quella spinta dentro che mi porta a volerla fate a tutti i costi
 
 
Quanto tempo impieghi nel realizzarli?
 
Dipende dal tipo di cosplay, i più semplici composti da vestiti semplici che si possono trovare anche nell’armadio, pochi giorni (soprattutto se possiedo già una parrucca simile, da piccola ne ho prese così tante che ora spero di trovare anche per loro un occupazione ^^”) invece per quelli più complessi, dove bisogna cucire interi pezzi, fare intere simil armature, o arrendersi e prenderlo online (su AliExpress perché Amazon ultimamente ha poco), ci impiego alcune settimane
 
 
Per te il cosplay è?
 
Per me è staccarsi un attimo dalla realtà, fuggire in un mondo che reputo migliore, dove i valori sono ancora ben presenti e consolidati. È fingere per una volta di essere qualcun altro, sentirsi come lui e atteggiarsi come tale.
È divertimento, gioia, da condividere con noi stessi ma anche con gli altri. È altresì soddisfazione, un qualcosa che comunque sia – preso online interamente, fatto da noi in toto o in parte – raggiungiamo con le nostre mani (ricordiamoci che comunque il makeup viene per forza fatto da noi e noi stessi siamo diversi da altri).
È un bellissimo hobbies, così colorato e originale, che spesso viene deriso e denigrato, ma non dobbiamo arrenderci, non ora che si sta diffondendo a macchia d’olio, dobbiamo difenderlo e nutrirlo come un piccolo fiore … Perché se ci rende tanto felici e colora le nostre grigie giornate è qualcosa di davvero speciale per cui combattere
 
 
Cosa dovresti migliorare secondo te?
 
Sicuramente il make up, devo anche imparare bene l’arte del cucito che ho scoperto super divertente e appagante quando fai cosplay. Però c’è sempre da migliorare, anche se ad esempio reputo fino ad ora il mio lavoro sulle parrucche molto buono, posso sempre migliorare. Non bisogna mai smettere di farlo, nella vita c’è sempre da imparare e da migliorare
 
 
Mentre nel mondo cosplay cosa andrebbe migliorato?
 
È una domanda molto complessa ma per questo interessante, penso bisognerebbe ampliare le disponibilità dei cosplay, fare più fiere anche non per forza con attrazioni e stand che ovviamente devono essere pagati, anche solo raduni, raduni ben organizzati e fissi durante il calendario. Estendere ciò alle piccole città e paesini, non limitare alle grandi città, così da ampliare il nostro bellissimo universo otaku. Sarebbe anche stupendo trovare nelle proprie città negozi adibiti al cosplay, fino ad ora troviamo fumetterie e fortunatamente stanno crescendo di numero (ora un po’ meno a causa della pandemia) ma sarebbe meraviglioso contare su un piccolo negozio artigianale dove puoi trovare e provare i cosplay, senza affidarsi sempre alle proprie forse e ai siti online
 
 
Progetti per il futuro?
 
Ora che ho imboccato veramente la strada del cosplay e dei social, non voglio fermarmi ma anzi proseguire; sicuramente anche quando finirò gli studi e prenderò la laurea (mi sono posta l’obbiettivo a luglio), voglio prendere la patente e trovare un lavoro, ma tutto ciò non mi fermerà dall’esaltare e proseguire la mia passione
 
 
Cosa ne pensi del cosplay lewd?
 
Su questo mi prendi impreparata 
 
 
Qual è il tuo cosplay che ti rappresenta?
 
Sicuramente e con estrema assoluta certezza da un annetto oramai, Nagito Komaeda, anche mio skin character
 
Quando ti fermano per una foto o perché riconoscono il tuo personaggio. Che sensazione hai?
 
Una sensazione indescrivibile, bellissima, oserei dire pura magia. È sempre bello quando riconoscono il tuo personaggio, quando ti riempiono di complimenti per il tuo cosplay, come lo hai fatto  oppure appunto per chiederti una foto, soprattutto se si tratta di bambini o cosplayer come noi, mi sento quasi onorata,soprattutto perché sono una ragazza con un carattere ancora in costruzione, che prima aveva veramente un autostima sotto terra, non che ora sia molto diverso ma sto cercando di migliorare, e questa sensazione mi aiuta
 
 
Cosa ne pensi dei cosplay di coppia?
 
È uno degli aspetti che più amo del cosplay, fortunatamente ho trovato l’anima gemella che adora quanto me fare cosplay di coppia, raramente nei vari eventi e fiere portiamo due personaggi non in coppia o di serie diverse. Grazie a lui ho scoperto la bellezza di questa sensazione ed emozione che dona il cosplay di coppia  grazie Samma (il suo Nick name hehe)
 
 
Quali consigli vuoi fare a chi vorrebbe iniziare a fare cosplay?
 
Innanzitutto niente paura, nessuno è meglio o perfetto rispetto a nessuno e tutti abbiamo iniziato da zero. Io mi sono sempre ispirata agli altri fino a camminare sulle mie gambe, un cosplay per essere bello non deve essere per forza uguale spiccicato o esser costato due reni e un patrimonio. Il cosplay è per tutti e tutti possono fare i personaggi che vogliono, non permettete a nessuno di dirvi che non siete adatti ad un personaggio o sesso, fate sempre quello che il cuore da otaku vi consiglia 
 
 
Dove ti possono seguire le persone?
 
I miei social principali sono Instagram e TikTok 
 
 
 
Io ti ringrazio per il tempo concesso e spero che l’intervista sia stata di tuo gradimento
 
Moltissimo, ho adorato le domande mirate e complete che mi hai donato  sei stato davvero gentile e ringrazio te per questa splendida intervista, un saluto a tutti
 
 
Per ringraziarvi vi lascio queste foto.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: