Erika, ha 36 anni, trova la sua passione nella pasticceria, un’arte che richiede precisione, dedizione e una spolverata di creatività. Residente a Dolo, in provincia di Venezia, lei incarna la quintessenza dell’artigianalità italiana per la quale il mondo va matto. Lavorando come chef patissier in un hotel cinque stelle lusso, Erika porta la sua maestria e il suo tocco personale nelle delizie che prepara, rendendo così l’esperienza dei clienti indimenticabile. Ma non solo nel mentre riesce anche a trovare il tempo di mettere in mostra il suo lato curvy attraverso set fotografici. Volete saperne di più? Non vi resta che leggere….

Prego benvenuta presentati.

Allora mi chiamo Erika ho 36 anni e sono di Dolo(VE).

Sono pasticcera, attualmente lavoro come chef patissier su un hotel 5 stelle lusso a venezia… E soprattutto sono mamma di Jonas

Come nasce questa tua passione?

La mia passione è nata per darmi autostima. Fin da bambina lotto con i kg di troppo, poi la gravidanza, l’ipotiroidismo, la fibromialgia e tutte le disfunzioni, i farmaci nonostante la dieta e l’allenamento continuavo a lievitare, poi è arrivata la fotografia e da li sono rinata.

La fotografia come è arrivata, dato che lavoravi nel settore della pasticceria?

Faccio la pasticcera da quando ho 13 anni. La foto è arrivata l’anno scorso per caso, quando ho deciso di partecipare al Keyrà curvy festival e da li mi sono lanciata. Ripeto la foto mi ha fatto rinascere,mi fa stare bene, mi apprezzo di più, mi da autostima.

Che genere fotografici posi?

Casual,glamour e nudo artistico se dovessi sceglierne uno non saprei alla fine mi piacciono tutti. La foto è arte.

Per chi è ignorante, la parola Curvy cosa significa? Molti lo confondono con sovrappeso,obeso.

Non è cosi. Curvy sono le persone formose qui in Italia già chi porta una 44 è considerata curvy mentre in altri paesi anche dalla 46.

Cosa dovresti migliore secondo te?

Di me onestamente nulla…credo sia la gente che deve cambiare mentalità. Gli stereotipi sono sbagliati

La tua più grande esperienza anche in ambito pasticceria?

Come modellla il calendario, mentre con la pasticceria è una passione nata fin da piccola,mio padre aveva in bar ed io pastrocciavo sempre dietro in laboratorio.

Progetti per il futuro?

Preferivo vivere alla giornata, evito di fare progetti perchè le cose non vanno mai come vorremmo

C’è qualche curiosità o aneddoto del tuo percorso che ci vuoi raccontare?

Nel tempo ho imparato ad amarmi, e ad accettare il mio corpo…prendo molti farmaci e il peso è aumentato sono gonfia ma cosa devo farci? Piangersi addosso non ha senso. Bisogna avere cura di se stessi, alimentazione sana,divertirsi, amarsi. Io non mi vergogno di mostrarmi per come sono, credo che chi giudica sia solo invidioso.

Da dove prendi la forza che secondo te ti aiuta ad andare avanti?

Ho lottato per anni con le critiche sul mio peso nonostante mi allenassi regolarmente. La mia malattia rende tutto più difficile, ma non ho mai smesso di combattere per sentirmi bene. L’esercizio fisico è stata la mia fonte di forza. Alla fine, quello che conto sono io stessa e il mio valore, non l’opinione altrui. Il mio peso ha sempre avuto alti e bassi, soprattutto quando sono stressata e tendo a mangiare più del dovuto. Ma poi mi riprendo e torno a fare esercizio. Tutta questa esperienza è per me, ma anche per dare il giusto esempio a mio figlio: è sbagliato sentirsi in colpa per aver mangiato un dolcetto o per qualche chilo in più. La mia determinazione a migliorarmi è accresciuta anche dalla presenza di mio figlio; senza di lui, sarebbe dura affrontare tutto. Spero di essermi spiegata bene.

Consigli per chi volesse fare il tuo stesso percorso?

Di essere se stessi, sempre

Quale è il genere che preferisci posare?

Non ho un genere preferito, adoro molto il glamour e i ritratti.

Erika

c’è un messaggio che vorresti trasmettere a tutti?

Amore verso se stessi e fregarsene del pregiudizio.

Dove ti possono seguire le persone?

Su Instagram

Io ti ringrazio per il tempo concesso e spero che l’intervista sia stata di tuo gradimento!

Grazie a te!

Se volete saperne i più potete leggere ciò che ha scritto Diana


Scopri di più da Willysearch

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più da Willysearch

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading