Laura(Lalleroy)

Oggi vi presentiamo Lalleroy, una ragazza dalle mille sfumature, la quale le piace giocare con le sue curve e il suo corpo nonostante non si senta prettamente femminile.

Se volete saperne di più vi invitiamo a leggere l’intervista.

 

 

Prego intanto che sorseggia il tè ( sperando sia venuto bene) presentati
Oh beh…Buongiorno a tutti/e mi chiamo Lalleroy, anagraficamente Laura ma siccome trovo sia troppo femminile per me il suddetto, ho creato un nuovo nome che mi descriva maggiormente^^

Ovvero cosa descrive?
Lalleroy rappresenta una creatura peculiare sia maschile che femminile, che non si è mai riuscita a trovare in nessuno schema bianco o nero, è sempre stata quel grigio che tutti temevano fino a qualche tempo fa. In sunto: “Lalle” è come mi chiamavano già spesso ed è la componente femminile nel mio nuovo nome, poi vi è “leroy” che dividendolo in francese significa “il re” ovviamente, l’insieme significa “Lalle il re della propria persona”, poiché non vi è mai stato nessuno in grado di comprendermi appieno e nessuno che riuscisse a impormi regole che ho mai trovato giuste, quindi ho deciso di darmele da sola^^

A che età hai cominciato ad avere questo pensiero riguardo il genere? Come è iniziato?                              Avevo 3/4 anni ed a quell’età compresi di essere lievemente più strana degli altri, poiché talvolta quando mi facevano indossare abiti femminili mi sentivo un bambino che indossava abiti da bambina e lì compresi che avrei dovuto farci la mano, seppur con il capello molto corto (5cm) mi prendevano già all’ora per un bambino, molto femminile ma un bambino…
A me piaceva questa cosa, questa confusione che creavo, questa consapevolezza di avere dentro di me due lati che crearono un connubio strano ma interessante in me^^

C’è questo termine chiamato tomboy.. pensi che farebbe al tuo caso? Ti ritrovi nel contesto?                    Allora diciamo di sì, poiché gli abiti maschili mi hanno sempre resa molto più a mio agio, però intorno all’età di 15/16 anni credetti proprio di essere transgender poiché arrivai totalmente ad aver repulsione per il mio lato femminile, e lì la così detta disforia raggiunse l’apice.

C’è Molta confusione riguardo al termine transgender. Vogliamo fare chiarezza una volta su tutte sul significato? Molti lo confondono con il termine transessuale.
Allora transgender è una definizione per chiunque non si riconosca nello stereotipo maschile o femminile e solitamente è usato in ambito legale per definire una persona che sta passando al genere opposto a quello biologico ma non è ancora oggettivamente operato.
Una persona transessuale è colei/colui che sta portando avanti pratiche burocratiche, chirurgiche ed ormonali per cambiare totalmente dal genere biologico.
O almeno è quanto ne so io, sono sempre attenta ed alla ricerca di comprendere maggiormente queste tematiche delicate, per poter dare rispetto a tutti^^

Il tuo nome hai detto era troppo femminile. Lo è anche il tuo corpo? Lo preferivi più maschile?
Per un dato periodo sì lo ammetto, poiché intorno alla pubertà un po’ di seno e forme stavano crescendo, ma notai che si fermarono poiché in me biologicamente non sono solo femminile, il mio dottore di base disse che ho un’ossatura più solida di una femmina base quindi era maschile, e stessa cosa per la muscolatura, poiché ad esempio una parte di me in particolare è chiaramente metà maschile e metà femminile, poi il quantitativo di testosterone in me era così elevato che non mi permetteva di svilupparmi appieno…ero felice di essere così, androgino fin dentro di me. Solo all’età di 19 anni presi coscienza totale che se anche il mio seno ora stava crescendo (in ritardo) io avevo sia il mio lato maschile che quello femminile e potevo conviverci tranquillamente.
Ammetto di aver fatto passare cose terribili al mio seno dai 16 anni all’età della consapevolezza (19)…fasce, creazione di binder miei hanno portato a dei gravi dolori pettorali, che talvolta tornano, seppur io mi stia prendendo molto cura ora del mio petto e seno!

Quale è la tua parte in particolare che è sia maschio che femmina?
Il mio fondoschiena. Mentre il seno è la mia parte più femminile.

Quindi dal momento che hai avuto questa consapevolezza, hai cambiato il modo di vedere il tuo corpo?        Il mio sentirmi un ragazzo non mi limitava nell’esprimermi con dei trucchi, ho sempre amato i ragazzi che fanno uso di make up per esaltarsi
E sì, l’ho imparato ad apprezzare, prima mi coprivo in ogni modo possibile, mentre ora esalto le mie forme e ne vado fiera

E tendi a metterlo in mostra
Io voglio mostrarmi per come mi vedo, come mi sento e come sono, quindi non comprendo la motivazione di dover ostacolarne la vista altrui^^
Ogni corpo è bello a sé poiché vive l’avventura della vita a suo modo, quindi è importante non costringerlo sotto troppi veli, ed altrettanto è importante esaltarlo per me ^^.Ho tendenze nudiste lo ammetto, ma solo in casa e comunque adoro usare pochi veli ma raffinati sia su un ragazzo che su una ragazza, e la seta credo che sia uno di quei tessuti che rendano maggiormente la mia idea

Vuoi inserire le tue misure?
Mah odio abbastanza misurarmi in realtà poiché non ritengo sia importante se non per quando devo confezionarmi abiti su misura ahah comunque, circa 112 seno, 86 vita, 105 fianchi,Sono decisamente curvy ahah fin troppo Ú. Ú

A che età hai cominciato a fotografarti, com’è è stato essere davanti a una macchina fotografica?
Allora i primi set fotografici me li fecero da piccola poiché notarono che mi prestavo bene a posare, fin da piccolissima tipo 2/3 anni, alimentato dal fatto che stando in negozio dei miei mi mettevo fissa a giocare in vetrina, e venendo dentro i clienti chiedevano ai miei genitori se avessero messo una bambola di percellana come nuovo assetto da vetrina ahah
Poi iniziai alla fase degli autoscatti quando comprai uno dei miei primi telefoni a 14 anni
Notai che l’iphone si prestava molto bene grazie alle sue funzionalità avanzate rispetto agli altri telefoni

Hai un genere di set preferito?
Non in particolare però posso dire che spazio benissimo tra tutti i generi, mi puoi trovare in abiti militari il giorno prima e con sottane settecentesche il giorno dopo ahaha
Comunque amo il sottotono sensuale, poiché io mi sento a mio agio stando in quel modo

Quale è l’outfit Preferito che più ti fa star bene con te stessa?
Outdoor: pantaloni a sigaretta/ gonna con due spacchi morbidi sulle gambe, camicia aperta sul seno se non indosso una cravattina, cintura stretta in vita per esaltare le forme, cappotto o giacca, scarpe francesine o da uomo/ o con tacco 10/12
Indoor: camicia da notte in seta bianca e pizzo, con coordinata vestaglia, e parigine nere
: Combo incredibile quando giro per casa di notte con una bugia o una lanterna X3

Non hai paura o per lo meno soggezione quando hai tutti gli occhi puntati per il tuo modo di vestire?
Assolutamente no, o raramente se ho delle giornate negative. Poiché è da quando ho 12 anni che mi esprimo in stili eccentrici e differenti (sono passata anche attraverso l’Harajuku, ed il punk che è costantemente in me tra l’altro ahah) e stranamente al posto di allontanarmi come facevano prima le persone, iniziarono ad avvicinarsi a me per questo mio modo così azzardato, e per questo riuscì ad ottenere anche diversi lavori^^

Come è nato l’idea di aprire un onlyfans?                                                                                                                   È nata dal fatto che sempre più persone apprezzavano le mie foto, ed il mio corpo quindi per aver ancor più sicurezza di me stessa ho voluto buttarmi in questa avventura. Inoltre necessitavo di un sostentamento per la mia arte ad acquerello, quindi pensai sarebbe stato un ottimo metodo!

Che genere di lavori?                                                                                                                                             Prima collaboratrice di feste a tema per bambini poi organizzatrice propriamente sotto la mia ex capa di un negozio di oggettistica stravagante e cartolibreria dove lavoravo, inoltre grazie a queste feste i genitori ed altre persone erano talmente entusiasti delle mie performance artistiche che quando seppero che creavo oggetti per carnevale e cosplay me ne commissionarono^^

Secondo te, il tuo pensiero, il tuo modo di essere come viene visto esternamente? Sono pronti o c’è ancora troppa gente che critica?
I moralismi, e le critiche ci sono sempre ma io sono del parere che se non vuoi approfondire le tue conoscenze nei confronti di una persona, e meramente vuoi giudicarla dall’esterno, il tuo giudizio cadrà automaticamente poiché non avendo né fonti certe né basi che sia positivo o negativo diventa nullo. Quindi se mi vuoi conoscere ben venga, se non vuoi e non vuoi nemmeno comprendere i motivi di determinate scelte stanne fuori, che tanto su circa 7 miliardi e mezzo di persone nel mondo non sarò quella che dovrà subire le angherie futili ed ignoranti di qualcuno che si vanta della sua ignoranza aprendo bocca incoscientemente ^^

Progetti per il futuro?
Viaggiare molto, conoscere sempre meglio culture del passato e del presente, vivere avventure felicemente con il mio attuale compagno, portare avanti la mia poliedricità artistica, essere più serena con la mia famiglia (di cui mi occupo totalmente), e lascio lo spazio a qualsiasi cosa accadrà ahah

Giochi molto con tuo corpo lo metti in mostra e “vedono” le tue curve tramite foto non c’è il rischio che tutto questo possa essere mal interpretato o usato dalle persone più esigenti?
Io ritengo che qualsiasi reazione sia lascio libera ogni persona di “usare” le mie fotografie ad ogni proprio scopo che sia artistico o meramente di sfogo proprio, poiché ciò che mi interessa nelle persone è che siano soddisfatte di qualcosa, e se lo sono è perché vedono qualcosa di bello, e ciò mi compiace.

Fai set fotografici o è tutto amatoriale?
Mi piace quando mi definiscono una ragazza hentai
Il mio stile è puramente amatoriale anche perché sono un amante del genere.


Cosa puoi consigliare a chi vorrebbe iniziare a fare un percorso simile al tuo?
Mi hanno chiesto di fare set fotografici professionali ma preferisco di gran lunga l’amatoriale
Sii te stesso, segui ciò che ti piace veramente non farlo per nessun altro fallo solo ed esclusivamente per te stesso, segui i tuoi sogni e amati perché sarai la persona con cui starai veramente dall’inizio, alla fine dei tuoi giorni, calibra l’egoismo ed il menefreghismo, accetta consigli e divertiti.

Il tuo atteggiamento, il tuo mettere in mostra le curve può essere utile nell’ intimità nel eros, e nella sensualità?
Beh ovviamente il mio modo di essere è addirittura un’emanazione del mio essere sessualmente parlando, non sono una che si mostra aperta e comprensiva e poi quando si trova davanti certe situazioni d’intimità si tira indietro, tutt’altro, sono fin troppo dominante anche lì ahah

Comunque se le persone ti volessero seguire dove lo potrebbero fare?
Su Facebook come Lalleroy Ferrari (anche se è un profilo più privato), su Instagram come: @your_mommy_lalleroy, ho aperto un nuovo profilo dove con calma pubblicherò disegni “tranquilli” mentre per disegni NSFW ovvero più audaci 😌 ho un profilo Twitter @MumLalleroy
E ovviamente sull’onlyfans @Lalleroy


Io ti ringrazio per il tempo concesso e spero che l’intervista sia stata di tuo gradimento
Certo, grazie a te!