Riprova Moto g2014

A quattro anni dall’uscita del moto g 2014, andiamo a riprovare per vedere se , nel 2018 è ancora un telefono da comprare.

CONFEZIONE

Come possiamo vedere dalla confezione qui sopra, a quei tempi Motorola era un brand del gruppo Google , ora come sappiamo è diventata di proprietà del gruppo Lenovo, che aveva cercato di riportare in alto il marchio.

NelLa confezione molto minimalista troviamo, lo smartphone , il manuale di istruzioni rapide e il cavo  USB di ricarica senza un adattatore di corrente, ma poco male basterà avere una presa USB e il gioco è fatto, niente cuffie anche se nel dispositivo è presente l’uscita per il jack (comoda visto che i telefoni odierni non lo hanno più o quasi)

Design

Il Motorola in fatto di design non cambia assolutamente nulla rispetto al vecchio modello il moto g LTE , in quanto utilizza lo stesso materiale plastico rivestito da una leggero strato di gommatura per la parte posteriore e plastiche per la parte anteriore, mentre si differenzia per la grandezza dello schermo che passa da 4.5″ a 5″ . Quindi se eravate rimasti affascinati dalla portabilità che questo modello vi aveva fatto credere di essere beh..vi dovrete ricredere. in quanto oramai anche i materiali se pur abbiano un buon grip sono datati viste le ormai nuove soluzioni come, alluminio o vetro, utilizzate di recente sui nuovi smartphone

Lateralmente troviamo il tasto accensione spegnimento, e il bilanciere del volume .Parte superiore un uscita jack per le cuffie, cosa ormai rara ma che Motorola ha sempre tenuto a mettere, e un foro per il microfono.

Parte sottostante l’uscita micro USB per la ricarica e un seondo foro per il microfono.

Hardware

All’interno del moto g2014 troviamo:

Dimensioni: 70.7 x 141.5 x 10.99 mm
Peso: 149 g

SoC: Qualcomm Snapdragon 400
Processore: ARM Cortex-A7, 1200 MHz, Numero di core: 4
Processore grafico: Qualcomm Adreno 305, 450 MHz
Memoria RAM: 1 GB
Memoria interna: 8 GB,
Schede di memoria: microSD
Display: 5 in, IPS, 720 x 1280 pixel
Batteria: 2070 mAh
Sitema operativo: Android 4.4.4 KitKat
Fotocamera: 3264 x 2448 pixel, 1280 x 720 pixel, 30 fps
Scheda SIM: Micro-SIM
Wi-Fi: a, b, g, n, ac, Wi-Fi Hotspot
USB: 2.0, Micro USB
Bluetooth: 4.0
Navigazione: GPS, A-GPS, GLONASS

dove ormai uno snapdragon 400 , visto le numerose risorse, che richiedono le app ad oggi non permettono di avere una apertura immediata e fulminea delle app, con numerosi lag e la ram da 1 gb non aiuta.

Batteria

La batteria da  2070 mAh all’uscita del device nel lontano 2014 permetteva, di arrivare a sera con un 10% residuo adesso tra aggiornamenti software e aggiornamenti delle app ,bisogna dargli una  caricata verso la metà giornata.

La porta di ricarica è una normalissima Micro usb senza nessun tipo di quick charge e quindi, la batteria, si ricarica in 2 ore e mezza.

Software

Il software è sempre stato fedele alla gamma Moto G , ma soprattutto a motorola sia ai tempi di quando era sotto il dominio della grande G,sia adesso che è un brand Lenovo. Uscito con andorid KitKat 4.2.2 e portato fino a marshmallow 6.0

Un software sempre ben ottimizzato una versione molto android stock con lievi personalizzazioni da parte della casa alata ,ma comunque che non vanno a disturbare l’utilizzo del dispositivo anzi vanno ad aggiungere qualche chicca in più come per esempio quello che possiamo definirlo una delle prime versioni di ciò che poi sarà l’attuale moto display ,ovvero al passaggio della mano sul display o alzando il telefono in mano o al ricevere una notifica il display in bianco e nero si illuminerà per mostrarci la relativa notifica.Non ancora possibile poter rispondere direttamente da questa schermata.

Audio

Non andando ancora di moda i telefoni full screen o bordeless o i telefoni con la tacca(notch), Motorola aveva deciso di implementare nel suo device un doppio altoparlante stereo nella parte frontale quindi uno superiore, che oltre da capsula auricolare permetteva anche un uscita audio e, un altra capsula inserito in fondo allo schermo.

Qualità dell’audio molto buona non potente ad oggi troviamo molti device con audio mono di qualità superiore ma era una chicca che di solito potevamo vedere solo nei top di gamma.e nella parte inferiore dello smartphone

Fotocamera

La fotocamera rispetto al suo modello precedente, è stata molto migliorata è stato inserito un sensore da 8 megapixel che permetteva di fare foto abbastanza nitide con poco rumore,ma che andava ad aumentare se fatte di notte o, in luoghi con bassa luminosità,video in 720p senza stabilizzazione ottica ne software ne digitale, un punta e scatta e una messa a fuoco molto rapidi e una gestione del software molto semplice e intuitiva anche troppo,non avendo  impostazioni avanzate.

Per la fascia di prezzo al quale veniva venduto era uno dei migliori ma adesso ne troviamo di migliori

Conclusioni

Vale la pena ad oggi nel 2018 comprarlo? Diciamo che per il prezzo che si può trovare nuovo o se siete fortunati a spendere poco nel comprarlo usato, vi assicuro che come muletto o  come telefono per il modding è ottimo comunque ancora viene supportato dalla lineagOS che lo ha portato ad avere android 8.1. Se invece non vi interessano questi dettagli più da nerd, beh….Vi sono modelli anche piu recenti allo stesso prezzo del Motog 2014 se vi interessa mantenere andorid stock ed avere tutte le nuove funzioni come ad esempio Il moto e4 o i nuovissimi moto e 5 e moto e 5 plus.Se non vi interessa invece Android stock potete benissimo optare per gli Xiaomi poco prezzo e ben ottimizzati

soprattutto ora che è arrivata in Italia.