sequestion

Quando si ha una cosmaker non si può non essere anche una cosplayer per questo viene in aiuto Sequestion.Buona lettura

Benvenuta presentati ai nostri lettori

Io sono Sequestion ho 15 anni e sono una cosplayer/cosmaker da 4 anni, sono entrata nel mondo del cosplay per puro caso, perchè avevo scoperto che nella mia città facevano una fiera del fumetto e pensavo fosse più “giusto” andarci in cosplay.
Da lì ho continuato fino ad oggi, sono riuscita in molte cose e ho preso parte a molti progetti ed eventi, come quello di SOS Cosplay Sicilia che ho iniziato questo marzo, il cui obbiettivo è aiutare tutte le persone in fiera con il proprio cosplay

Da dove deriva il tuo nome d’arte?

Sequestion l’ho inventato 5 anni fa, perchè dovevo dare un nome al mio VP. Il VP è la propria versione pony, che si usa fare fra i brony/pegasister così si ha come presentarsi in community. Il simbolo che portava il mio pony era un punto interrogativo, da lì question che è poi diventato Sequestion
oggi uso ancora quel pony come logo, e il punto interrogativo come simbolo owo

Il tuo primo cosplay?

Il primo cosplay che abbia mai fatto, nonostante non fossi consapevole del concetto stesso di cosplay, è stato Pucca guando avevo appena 6 anni, con l’aiuto di mia mamma abbiamo cercato un vestitino rosso adatto, dei leggins neri e guardato dei tutorial per fare i due buns. Ovviamente con quel cosplay ci sono andata in giro solo per carnevale, poichè non sapevo nemmeno l’esistenza di un’ipotetica fiera del fumetto ma mi ricordo di essermi divertita un sacco. Quando ho ripreso 4 anni fa invece, ho interpretato Levy McGarden da fairy tail, il costume non era male, ma ammetto che la parrucca era un disastro

Mentre cosmaker come ebbe inizio?

in parallelo con il cosplay, non ho mai comprato un cosplay, tutto quello che indosso lo faccio da me

Quanto tempo impieghi?

dipende molto dal cosplay, il cosplay che mi ha impiegato meno tempo di tutti, mi ha richiesto un giorno di lavoro. In generale con i cosplay più complessi riesco ad arrivare a 3-4 giorni.
Solitamente preferisco fare il cosplay tutto d’un fiato, così da potermi ricordare meglio da dove ho interrotto e cosa mi sono pianificata di fare. Se contiamo anche eventuali armi, possiamo dire che il cosplay che mi ha richiesto più tempo in assoluto è quello Ryuko Matoi, che fra cucito e la creazione della spada-forbice, mi ha richiesto 1 settimana e qualcosa di lavoro

Fiere preferite?

Al momento ho girato solo alcune fiere siciliane, quali Palermo Comic Convention, Etnacomics, Akracomics e Alchemy Comics&Games, quindi la mia scelta è un po’ limitata. Tuttavia devo dire che la fiera che mi è piaciuta di più è stato il Palermo Comic Convention. Per me è su una posizione speciale perchè è stata la prima fiera alla quale abbia partecipato e ci vado fin dalla seconda edizione, e ho sempre preso l’abbonamento per i 3 giorni di fiera. Segue subito l’etnacomics, che non metto al primo semplicemente perchè, ci sono andata solo 2 volte in cui: nella prima ho girato un po’, ma sono dovuta andare di primo pomeriggio, e la seconda volta ci sono andata per lavorare come SOS Cospaly, quindi non ho girato la fiera
(comunque sono di palermo, nel caso si debba inserire)

Per te fare cosplay cosa vuol dire?

per me fare cosplay, è un modo per divertirmi. Mi diverto troppo a fingere di essere quel personaggio e ad agire come farebbe lui.
Al pari dell’indossare il cosplay in sè e per sè, considero quello che viene prima, conoscere il personaggio, passare il tempo a cucire i suoi vestiti e trovare gli accessori adatti per poterlo rendere al meglio, è parte integrante del cosplay a parer mio. Qualcos’altro che rende divertente il cosplay per me, è soprattutto quello che per me va fatto in compagnia,
compagnia di qualsiasi genere, amici, ragazzo, sconosciuti, il cosplay è un gruppo e come tale, più si è, più è divertente

Quindi fai cosplay di gruppo?

no, faccio cosplay in gruppo
se io con i miei amici decidiamo di andare in fiera, ma abbiamo cosplay diversi,non facciamo cosplay di gruppo
andiamo solo insieme ^^”

Mentre con il cosmaker utilizzi tecniche particolari?

dipende ovviamente, per il cucito non credo di usare tecniche speciali, faccio ciò che mi consente la mia macchina, mentre magari per le parrucche o per gli accessori utilizzo metodi mei: Per le parrucche per esempio non ho studiato tecniche preccise, sperimentando ho capito quelle che fanno più al caso mio, mentre con i props, la mia tecnica è, usare il polistirene estruso per un sacco di cose, armi, accessori vari o qualsiasi altra cosa. È leggero, costa poco e facilmente lavorabile

Mentre con il trucco?

quando ho iniziato a fare cosplay non mi ero mai truccata in vita mia, quindi è stato un po’ difficile sia dal punto di vista pratico, che economico visto che ho dovuto comprare un sacco di trucchi tutti insieme. Ho guardato molti video tutorial, e ho fatto molte prove per ogni sigolo make-up. Oggi non mi definisco una make-up artisti perchè sono sicura che ancora molte tecniche e strumenti adatti non li conosco o non li ho, ma comunque sono soddisfatta dei risultati che riesco ad ottenere al momento

Consigli a chi vorrebbe cominciare?

cominciare può sembra re difficile, ma secondo me, sta tutto nello scegliersi il personaggio giusto con la quale partire: Consiglio un personaggio semplice, sia come costume sia che come accessori. Se si sceglie un personaggio più conosciuto è anche più probabile che si riescano a trovare più tutorial su come fare il cosplay. Per quanto riguarda il costo, può risparmiare anche in diversi modi, come per empio, comprare delle lenzuola colorate anzichè la stoffa al metraggio. Le lenzuola sono grandi e sono di cotone, ma costano circa 5 euro al mercato, mentre per un metro di stoffa si ce ne può spendere molto di più

Progetti per il futuro?

Bene ^^
per il futuro mi piacerebbe semplicemente ingrandire il progetto di SOS Cosplay, mi sembra bellissimo poter andare nelle varie fiere e poter aiutare i cosplayer in difficoltà. Tuttavia mi piacerebbe anche continuare a fare cosplay per conto mio, magari in futuro riuscirò a partecipare a qualche gara e a vincere qualche premio, chissà

La gente apprezza i tuoi cosplay?

Il riscontro ad ogni cosplay è molto positivo per me, in generale in fiera mi chiedono molte foto o comunque fanno continui riferimenti al personaggio, in generale non resto nell’ombra e non ci sono hater alla quale non piacciono o danno particolarmente fastidio i miei cosplay

Cosa ne pensi a ridosso di questo invece quelle o quei cosplay che sono molto succinti o vengono fatti solo per mettere in mostra il proprio fisico?

se vogliamo parlare di original, sono pienamente a favore, con un personaggio inventato o visto in una fan art puoi fare ciò che vuoi. Ma se vuoi fare il cosplay di un personaggio x e quel personaggio non ha quei vestiti, allora non è cosplay per me o comunque non è il cosplay di quel personaggio, è un’altra versione, è un altro costume. Altrimenti è opportuno che si faccia prima il cosplay “completo” e poi quello un po’ più sexy, ma comunque se facessi solo quel genere, non mi definirei cosplayer, ma modella o in qualche altro modo. Un cosplay sexy può essere definito tale solo se presenta gli stessi elementi del personaggio (ex. stessa biancheria, o stesso costume da bagno), molti hanno da ridire ma per me non è cosplay, farsi le foto in intimo con una parrucca

Cosa bisognerebbe migliorare in questo mondo?

di base è già buono così, a renderlo bello sono le fiere, gli eventi, e le persone. Ovviamente fra persona e persona possono nascere delle dispute o si possono avere caratteri diversi, ma non ritengo ci sia nulla in particolare da migliorare

Tu hai una passione per il Giappone come si può inserire questo con il cosplay?

principalmente i cosplay che porto sono tutti di personaggi, provenienti da serie e autori giapponesi, spesso nei personaggi è presente la stessa storia giapponese, nel caso il contesto in cui si ambienta la storia intorno al personaggio, è il medioevo giapponese. Stessa cosa se il personaggio vive in una storia ambientata al giorno d’oggi. Spesso negli anime/manga sono presenti tratti tipicamente giapponesi come: cibo, abitazioni, scuole e festività tipicamente giapponesi (nonostante l’ambientazione possa essere anche fantasy)

Dove ti può seguire la gente?

ho una pagina facebook che si chiama Sequy’s Cosplay&Craft, un profilo Instagram che si chiama sequestion_thewhy e un canale YouTube che si chiama Sequestion??, in ogni caso in ognuno di questi profili, c’è il collegamento agli altri 2

Ok puoi mandare i link?

https://www.youtube.com/channel/UCYFPMSw91M9PV3Oy0F6gP7Q?view_as=subscriber
youtube
https://www.instagram.com/sequestion_thewhy/
instagram
https://www.facebook.com/Sequy/
facebook

Io ti ringrazio per. Tempo concesso e spero che l’intervista sia stata di tuo gradimento
Grazie a te! Sono felicissima sull’opportunità che mi hai dato, fammi sapere quando verrà pubblicata