Sofia

Benvenuta. Prego presentati ai lettori

Mi chiamo Sofia e da poco mi sono avvicinata al mondo del cosplay. Ho un buon atteggiamento e competenze nel crafting, nel cucito e nel make-up, che mi hanno principalmente spinto a immergermi in questo mondo. Per me, il cosplay è arte, e dove c’è arte, c’è Sofia. Ho 22 anni e vengo da Lodi, un paese vicino a Milano. Non ho un nome d’arte preferito, preferisco identificarmi con il mio nome e cognome reale, poiché faccio anche la modella e devo mantenere la mia identità.

Come sono nate queste tue passioni?

Innanzitutto, devo ringraziare mia madre per il make-up, dato che è una make-up artist, e fin da piccola ho sperimentato questo campo, accumulando così ben 12 anni di esperienza. Inoltre, devo attribuire il merito del mio talento nel cucito alla mia nonna, che era una sarta e mi ha insegnato le basi di questa arte fin da quando ero bambina. Per quanto riguarda il crafting, è sempre stato un hobby che ho coltivato sin da piccola. I miei genitori non potevano permettersi di comprarmi molti giochi, quindi imparavo a crearli da sola! Inoltre, essendo una nerd, ci sono tantissimi personaggi che mi piacerebbe interpretare. Mescolando tutto ciò, ecco nascere la mia passione per il cosplay.

Quali sono i criteri di scelta dei personaggi da interpretare?

In base al loro carattere, l’estetica e magari i suoi poteri, i personaggi possono essere sviluppati in modi unici e affascinanti, creando un universo ricco di sfumature e possibilità intriganti.

A quali fiere hai partecipato?

Games week e Novegro.

Quanto tempo impieghi nella realizzazione del costume?

Dipende dal budget e dal mio tempo, ci sono stati alcuni che son durati mesi e altri che facevo last minute in una settimana.

Progetti per il futuro?

Ho un cosplan dilanzionato a lungo termine, però mi voglio incentrare su cosplay inerenti ai giochi souls like infatti ho già quello di Ranni da fare, inoltre per il Rimini comics farò Nico Robin versione mare e Erza Scarlett di fairytail nella sua trasformazione katana.

C’è un cosplay al quale sei legata?

Essendo stato il mio primo cosplay direi Makima, é stato un bel debutto

Cosa devi migliorare e cosa andrebbe migliorato nel mondo cosplay?

A livello oggettivo devo perfezionare alcuni cosplay per renderli più autentici, per il mondo cosplay invece vorrei che ci sia meno tossicità e più inclusività, voglia di conoscersi e che ci si aiuta a vicenda.

Consigli per chi volesse iniziare a fare cosplay?

Di non demoralizzarsi se all’inizio non possano essere perfetti, serve pratica in tutto, dalle parrucche, makeup e costumi se vengono fatti a mano o per prop. Un altro consiglio e di iniziare con cosplay semplici così da facilitarne l’esecuzione, del resto have fun e non farti mettere angoscia dalla FOMO

Dove ti possono seguire le persone?

Su instagram, tiktok, twitch, youtube e anche su twitter.

Per avere contatti più diretti possono entrare nel mio canale telegram o discord

Qui i miei link https://taplink.cc/sofiamucaj

Sei anche modella questa passione per la fotografia come nasce?

Da mio padre in quanto lui è appassionato di fotografia ed arte, mi ha tramandato questa cosa dall’infanzia.

Ti ricordi i tuoi primi shooting e le sensazioni?

Ne ho fatti così tanti che non ricordo nemmeno quale sia il mio primo. Esprimo la volontà di trasmettere emozioni e sensazioni, come felicità e potenza.

Ti ringrazio per il tempo concesso e spero che l’intervista sia stata di tuo gradimento.

Grazie a te.

Se ti è piaciuta l’intervista perché non leggi anche quella di Sara (Haruka) ne leggerai delle belle. Ti aspettiamo.


Scopri di più da Willysearch

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più da Willysearch

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading