Tanya (shino)

Salve a tutti i lettori oggi vi presentiamo una cosplayer , Tanya che non ha solo la passione per il cosplay ma anche altri hobby,quali? non resta che leggere l’intervista per scoprirli.

Presentati grazie

Tanya, in arte Shino, cosplayer da più di 8 anni. (dal 2010 circa)
Sono una studentessa che si è occupata principalmente di arte nel proprio percorso, per questo cerco sempre di interpretare al meglio i personaggi che scelgo, provando a realizzare quello che posso a mano!
Ho varie passioni quali Anime, Manga, Make up, Disegno e Fotografia, ma più di tutti, adoro i Videogame!
Spero che i miei lavori vi piacciano!

Come e nata questa passione?

 

Ricordo che ho sempre avuto una passione sin da piccola per i videogiochi e per gli abiti inusuali, giocavo sempre a “far finta” rubando tutti i vestiti che trovavo nell’armadio dei miei genitori. Ho cominciato credo come chiunque altro, giusto per gioco! Mi sono semplicemente tuffata senza pensarci troppo, proprio perché mi volevo divertire in un hobby mai provato prima.

Il tuo primo cosplay?

 

Kairi da Kingdom Hearts 2

Quanti anni sono che fai cosplay?

 

da 8 anni (dal 2010)

Trovi differenze tra il primo coplay che hai creato e quelli che crei adesso?

 

Sono nettamente migliorata nel crearmi gli accessori e le mie abilità nel trucco e parrucco si sono evolute

Quanto tempo impieghi ogni volta?

 

Dipende molto dal personaggio scelto. Di norma quando decido di fare un cosplay dedico tutto il tempo che ho, quindi in base a quanti elementi ha, può prendere da una settimana a due o tre mesi.
Dipende se ho già qualcosa da sfruttare in casa o se i particolari del costume\accessorio richiedono lavorazioni artigianali complicate.
Questo comprende anche i tempi di spedizione per parrucche\lenti\accessori comprati online

In base a cosa scegli i tuoi personaggi?

 

Diciamo che più che scegliere, mi ci affeziono. Cerco sempre di interpretare personaggi a cui sono legata o con cui provo una forte empatia, poiché contribuisce alla resa finale del cosplay. Ammetto però che valuto sempre se il personaggio rientra nelle mie caratteristiche fisiche, credo sia molto importante essere consapevoli del proprio aspetto esteriore e sapere come sfruttarlo!

Partecipi a numerose fiere?

 

Essendo un po’ lontana dagli eventi maggiori cerco di farmi le fiere più vicine a me, ma ammetto che frequento poco rispetto a quanto potrei. Purtroppo tra le spese economiche il cosplay rientra nella gran parte della spesa.

Le fiere sono state sempre come le hai immaginate?

 

Beh si. Forse mi aspettavo meno adulti ma mi sono resa conto che è una passione che avvicina molte fasce d’età.

Perchè spiegati meglio fare cosplay non è per tutte le età?

 

Non mi riferisco al cosplay, ma agli appassionati “nerd” in generale. Inizialmente alle prime fiere ero piccola e non avevo idea di quanto fosse grande questa community.

Come te la eri immaginata?

 

A 15 anni pensavo sarebbero stati più o meno della mia età, poichè non consideravo che fumetti e cartoni animati sono in giro ormai da molto più tempo. Di sicuro non mi aspettavo tanta gente così appassionata, è sempre divertente fare amicizia in fiera e scambiare quattro chiacchiere con chi condivide i propri gusti.

Quando in fiera ti fermano per una foto come ti senti?

 

Sono molto contenta poichè vuol dire che qualcuno ha riconosciuto il mio personaggio o semplicemente ha apprezzato il mio lavoro. E’ una grande soddisfazione.

Il cosplay secondo te può essere terapeutico?

 

Assolutamente! Per me non è solo un hobby o un passatempo, è un’introspezione; spesso mi ritrovo a scoprire diversi lati di me stessa che nemmeno io sapevo di avere, e anche grazie all’interpretazione dei miei cosplay sono riuscita a conoscermi meglio. Inoltre è divertente far finta di essere qualcun altro anche solo per poche ore!

Può secondo te diventare un lavoro?

 

Ora come ora credo sia difficile per la grande concorrenza, si è allargata molto la community e ormai si basa molto sulla visibilità. Ma c’è gente che già ci lavora da anni, quindi in normali circostanze si.

I tuoi progetti per il futuro?

 

Non ho un vero e proprio obiettivo, posso dire che al momento mi ritengo soddisfatta di come lavoro.
Credo che “la sfida” sia quella di spingermi sempre di più a fare personaggi che si discostano totalmente da me, e la difficoltà sta nel riuscire a rendere bene il prodotto finale (un po’ come Link da The Legend of Zelda, dove la sfida era risultare somiglianti e credibili al sesso opposto al mio).

E ci ei riuscita?

 

Direi di si!

Consigli da dare per chi volesse iniziare?

 

Il mio consiglio per chi vuole iniziare è di scegliere in un primo momento un personaggio a cui si tiene, penso dia l’opportunità di interpretarlo al meglio poiché lo si conosce bene. Guardate bene dove comprare i vostri accessori, fate mille ricerche se è il caso. In più tenete sempre in conto il vostro aspetto fisico, sappiate sfruttarlo al meglio. E ovviamente ultimo ma non meno importante, divertitevi!

La gente dove ti puo seguire?

 

Potete seguirmi sulla mia pagina cosplay: 

Sul mio profilo Instagram: 

In più se volete potete supportarmi su Ko-fi: 

 

 

Ok io ti ringrazio per il tempo concesso

Di nulla, grazie a te!

Spero l’intervista sia stata di tuo gradimento

Sisi!