Waveful(Dennis Motta)Il social network Italiano

Prendi dei concetti in prestito da Reddit,una visualizzazione alla TikTok, dei focus di Instagram,concetti innovativi come gli audio… Fai mescolare per bene a due fratelli sviluppatori  creativi ed ecco che nasce Waveful il primo social interamente creato da Italiani per Italiani. Ma vediamo meglio come nasce il progetto e chi ce alla base di tutto.
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
Allora prima una domanda che tutti si stanno facendo e che ha preoccupato molti creators è se il  signor Chris Door fa parte dell’ organico di waveful?
 
Christian La Porta, che usa username Chris Door spesso online (una pessima freddura tra porta e door 😂) gestisce e dà consigli lato marketing.
Purtroppo si sono diffuse informazioni false e diffamotorie contro di lui da parte di alcuni utenti che smentisco subito: Christian ha un canale youtube dove pubblica video in cui sprona a darsi da fare in modo positivo per raggiungere i propri obiettivi e i propri sogni, con uno sguardo lato business e dando informazioni su nuove tecnologie e tematiche. Invito a vedere il suo canale “Chris Door” per vedere i suoi contenuti. Ogni tanto ha magari qualche titolo un filo clickbait, ma lo fa perché dietro vuole lasciare un impatto e un messaggio positivo
 
 
Ma sopratutto quello che più preoccupava per i diritti dei progetti che i creators vanno a creare mettendoci passione e tempo è quel post che gira da parte sua dove parla degli NFT cosa ci può dire in merito??
 
È un progetto nato per supportare i designer e i creativi di Waveful che volevano condividere le loro opere col pubblico (quindi parlo proprio delle persone che creano le grafiche dell’applicazione stessa, loghi, icona dell’app, etc…), non è detto pubblicheremo NFT ma se lo faremo sarà soltanto per dare visibilità e supporto al lato creativo che sta dentro Waveful, non saranno mai inseriti nell’app ed è falso che vengono usati sui contenuti postati.
Se gli artisti che creano le grafiche Waveful vorranno continuare a portare avanti il progetto NFT, useremo soltanto tecnolgie eco-friendly, usando blockchain proof-of-stake e non proof-of-work questo perché non vogliamo contribuire all’inquinamento causato da tecnologie poche ottimizzate come le tecnologie proof-of-work.
Sappiamo che fuori da Waveful ad alcuni artisti sono stati rubate le loro opere per essere inserite in NFT in modo truffaldino, e trovo sia orribile. Ma non era questo che stava pubblicizzando Christian ma semplicemente, come detto, stava dando voce agli artisti che creano le grafiche di Waveful, e noi vogliamo fare il possibile sia per supportare gli artisti che creano le grafiche per Waveful ma sia anche supportare gli artisti che usano Waveful, ed è infatti per questo che mai inseriremo progetti NFT nell’app e non c’è mai stata neanche idea di farlo.
 
Come nasce l’idea di questo social?
Nasce per gioco insieme a mio fratello, in quanto siamo tutti e due sviluppatori.  Nel 2020 ci viene in mente l’idea di provare a fare qualcosa insieme come, già avevamo fatto n passato, ma in quel caso si trattava di piccola roba, mentre qui volevamo fare qualcosa di grosso. Nel tempo libero passavamo le ore a sviluppare e la cosa ci stava piacendo sempre di più. Partendo dalla base che io avevo un canale Youtube e mi piaceva come questa piattaforma desse supporto ai suoi creators cosa, non facile da trovare in altri social network, però youtube trattava solo video e quindi noi volevamo portare questa tipologia di supporto in contesto più ampio che potesse essere anche come la condivisione di post,audio,video e le creazioni di community. Da qui la nascità di Wafeful un social nato per gioco ma con alla base un sistema stile youtube ma  non  limitato alla sola condivione di video. Ovviamente in futuro ci saranno aggiornamenti e nuove funzionalità.
 
Il nome Waveful come nasce?
Nasce dal concetto di immaginare i post come un onda. Ovvero un onda che viene creata e “travolge” con i suoi post gli utenti che ci navigano sopra, da questo concetto il nome Waveful.
 
 
Waveful
Come pensavate di combattere la concorrenza dei big?
 
Con originalità e nuove idee messe però comunque in un pacchetto familiare all’utente. Principalmente così. Ma per ora siamo ancora molto lontani dai big che esistono da decenni, noi abbiamo appena iniziato
 
 
E non avete pensato che la concorrenza vi potesse schiacciare fin da subito?
 
Sì sicuramente, speriamo non sia così e proviamo a fare meglio, se succederà noi comunque ci abbiamo provato e abbiamo dato il massimo per cercare di portare novità in questo settore
 
 
In cosa vi dovreste differenziare da tutti gli altri?
 
Abbiamo concetti simili alle community di reddit che da noi sono gli tsunami, ma una visualizzazione alla tiktok con swipe up, e allo stesso tempo anche un focus sulla persona e sulle foto alla Instagram. E infine anche alcune complete novità come i post audio e i badge
 
 
L’idea di creare un abbonamento come nasce?
 
Volevamo dare la possibilità agli utenti di evitare le pubblicità, e allo stesso tempo volevamo un modo per evitare di diventare come alcuni social network rivali in cui una marea di dati personali sono utilizzati per fini pubblicitari.
Avendo la possibilità di offrire un abbonamento potremo essere sostenibili senza sfruttare in modo invasivo i dati personali, cosa che invece viene fatta in alcuni altri social network
 
 
Quindi è un modo per tenere in piedi il social?
 
Si esatto
 
Cosa prevede in futuro il changelog del social?
Daremo maggiori strumenti e funzionalità a coloro che creano gli Tsunami, Migliorare e imparare ad effettuare la moderazione,attraverso gli strumenti adatto, perchè un  conto sono una piccola quantità di utenti, ma adesso con il boom che ha avuto il numero è aumentato notevolmente e quindi bisogna stargli più dietro, poi migliorare l’algoritmo in modo che il social possa mostrare all’utente ciò che gli piace o eventuali correlati.
Poter dare la possibilità ai creators oltre di guadagnare di poter far donare alla associazione ocean cleanup che si occupa del tema della pulizia dei mari. E in futuro poter dare la possibilità di avere altre forme di pagamento(comprese le criptovalute) anche con eventuale conversione di valute.
 
La questione che con questo social uno possa guadagnare è realmente vera? Effettivamente quanto un creator può guadagnare su questa piattaforma se ci si mettesse in maniera seria?
 
Si un po’ come youtube, il guadagno dipende dal l’engagement che il creator crea, più engagement creerà più potrà guadagnare
 
 
È il primo progetto che siete riusciti a portare fisicamente o ci sono altri semrpe creato da voi che si possono usufruire?
 
Prima di Waveful ho creato delle mod per Minecraft le quali comunque , hanno avuto un discreto successo.
 
Quindi ricapitolando possono stare tranquilli gli utenti sulla piattaforma riguardo i loro dati e soprattutto quelli sensibili?
 
 
Assolutamente, io rimango disponibile per qualsiasi domanda a riguardo per come le cose sono gestite e anche per come internamente Waveful funziona, anche perché gestione server ho preso le decisioni io e so esattamente come avviene la gestione
 
 
 
Attualmente per poter eventualmente eliminare l’account l’unica è contattare il supporto. Chi c’è dietro un altra persona o sempre voi? A quando l’eliminazione automatica dell’account?
 
Il tasto di eliminazione account è già disponibile ora sull’ultima versione dell’app su Android, nei prossimi giorni sarà disponibile anche su ios
Prima di questa ultima versione, è anche tutt’ora su ios basta mandare un messaggio a @WavefulSupport per l’eliminazione dell’account e i dati in esso contenuti dove ci siamo sempre noi dietro
 
 
Per qualsiasi cosa dove ti possono seguire le persone?
Anche su Waveful a @Dennis
 
Io ti ringrazio per il tempo concesso e spero che l’intervista sia stata di vostro gradimento
 
Grazie a te per avermi dato l’opportunità di rispondere
inoltre potete trovare anche qui un altra intervista  sempre fatta a a Dennis, dove ribadisce questo concetto.